Nutrire le piante Bird Of Paradise - Come fertilizzare le piante Bird Of Paradise


Parliamo di come concimare le piante dell'uccello del paradiso. La buona notizia è che non richiedono nulla di sofisticato o esotico. In natura, il fertilizzante uccello del paradiso proviene da foglie in decomposizione e altri rifiuti forestali in decomposizione. L'acqua piovana distribuisce lentamente i nutrienti nelle radici. Puoi fornire quel fertilizzante naturale nel tuo giardino con uno strato di pacciamatura e poppate regolari.

Che cosa da mangiare alle piante di uccelli del paradiso

Qualsiasi pianta di uccello del paradiso, quando piantata nel tuo giardino, beneficerà di uno strato di pacciame profondo 2-7 pollici (5-7 cm). Utilizzare materiali organici come trucioli di legno, corteccia, foglie e aghi di pino. Assicurati di mantenere una zona libera da pacciame di circa 2-3 pollici (5-7 cm) dalle tue piante. L'aggiunta di un po 'di sabbia o ghiaia al pacciame aiuterà anche il drenaggio.

Le piante di uccelli del paradiso tendono ad essere alimentatori pesanti. Preferiscono un fertilizzante bilanciato che abbia parti uguali di azoto, fosforo e potassio (1: 1: 1). Il letame di sterzo offre un'opzione naturale che fornisce questo equilibrio e rende un ottimo concime uccello del paradiso.

Nutrire le piante di uccelli del paradiso

Come e quando fertilizzate un uccello del paradiso le piante possono differire a seconda del tipo che stai crescendo. Di seguito sono riportati suggerimenti su come nutrire le tre varietà più comuni di uccelli del paradiso.

Strelitzia Reginae

Strelitzia reginae è la pianta con i familiari fiori arancioni e blu. È il più tollerante al freddo e resiliente. Le migliori medicazioni di letame o farina di sangue sono sempre benvenute da queste piante. Quando viene coltivato all'aperto, questo uccello del paradiso risponde bene ai fertilizzanti granulari del paesaggio. Anche i prodotti commerciali come Osmocote o Nutricote a rilascio lento sono buone scelte.

Applicare fertilizzante ogni tre mesi durante la stagione di crescita come indicato dal produttore. Piante acquatiche prima e dopo l'applicazione di concimi granulari. Non lasciare alcun fertilizzante sulle foglie o altre parti della pianta.

Le piante di uccello del paradiso coltivate in casa necessitano di un programma di alimentazione leggermente diverso. Dovresti fertilizzare piante di uccelli del paradiso ogni due settimane durante la stagione di crescita e una volta al mese in inverno. Utilizzare un fertilizzante idrosolubile.

L'oro di Mandela

L'oro di Mandela è un ibrido con fiori gialli. È più sensibile al freddo e spesso coltivato in vaso. Dovresti nutrire le piante del paradiso del paradiso di questa varietà ogni due settimane durante la stagione di crescita.

Top dress Mandela's Gold plants con uno strato di letame o compost. Non dimenticare di tenere la parte superiore della medicazione a 2-3 pollici (5-7 cm) dal gambo della pianta. Utilizzare fertilizzante innaffiato una volta al mese durante i mesi estivi. Per incoraggiare la fioritura, è possibile passare a un fertilizzante a rilascio lento di formulazione 3: 1: 5 ogni due mesi.

Strelitzia Nicolai

Strelitzia Nicolai, la varietà ad albero di uccello del paradiso, godrà anche di un eccellente vestirsi di letame. Questi "grandi uccelli" a fioritura bianca possono crescere rapidamente quando fecondati.

Nutrire piante giovani di uccelli del paradiso di questa specie dovrebbe essere fatto una volta al mese durante la stagione vegetativa. Tuttavia, a meno che tu non voglia un vero paradiso del paradiso, non è necessario fertilizzante per le piante mature di Strelitzia Nicolai.

Articolo Precedente:
I gambi colorati luminosi di rabarbaro fanno un'eccellente torta, composta o marmellata. Questa perenne ha foglie enormi e un groviglio di rizomi che persistono anno dopo anno. La corona richiede temperature fredde per "riposare" prima che la pianta rigenera in primavera e produce i gambi tangy
Raccomandato
Hai mai visto un albero, come l'abete rosso, con aghi dall'aspetto sano sulla punta dei rami, ma niente aghi guardando oltre il ramo? Questo è causato dalla malattia dell'ago fuso. Scopri di più in questo articolo. Qual è la malattia di Ago? Le malattie causate dagli aghi fanno sì che gli alberi di abete facciano "scartare" i loro aghi più vecchi e tengono solo i giovani aghi sulla punta dei rami. L&#
Dopo una stagione di concimazione, falciatura, rastrellatura, intonacatura, bordatura e controllo di vari problemi, il proprietario medio della casa potrebbe essere pronto a gettare la spugna sull'erba tradizionale. Ci sono molte altre opzioni di assistenza facile disponibili. Dipende solo dall'aspetto e dall'aspetto che vuoi dal tuo paesaggio e dagli usi a cui è destinato.
Albero di seta del filo di seta, o albero di seta del filo di seta, qualunque sia il nome corretto, questo esemplare ha qualità vistose superbe. Questo albero deciduo è un vero e proprio storditore e ha il potenziale per raggiungere un'altezza di oltre 50 piedi con una diffusione uguale. Gli alberi di seta del filo di seta crescente sono trovati nei loro tropici natali del Brasile e dell'Argentina.
Crescere le mamme in contenitori è estremamente popolare, e giustamente. Le piante fioriscono bene in autunno, e come si arriva più tardi nella stagione, i contenitori di loro vengono venduti ovunque. Prendersi cura delle mamme in contenitore può essere un po 'complicato, e se lasciati a se stessi, possono facilmente morire prima del loro tempo. S
Giardinieri e scoiattoli sono stati affrontati per tutto il tempo che chiunque può ricordare. Questi astuti roditori sconfiggono praticamente qualsiasi recinzione, deterrente o congegno progettato per tenerli lontani da giardini e aiuole. Se sei stanco degli scoiattoli che scavano e fanno spuntini sui delicati bulbi di tulipano e crocus, sconfiggeteli in un altro modo facendo crescere i bulbi evitati dagli scoiattoli.
Di Nikki Tilley (Autore del giardino Bulb-o-licious) Mentre non possono apparire o assaggiare come gli originali, è possibile coltivare le pesche dalle fosse dei semi. Ci vorranno diversi anni prima che avvenga la fruttificazione e, in alcuni casi, potrebbe non accadere affatto. Sia che un pesco cresciuto in semi produca o meno un frutto di solito dipende dal tipo di nocciolo di pesca da cui deriva.