Coltivazione di albuca: consigli per la cura delle piante di Albuca


L'Albuca è un fiore bulboso che si ferma e che è originario del Sud Africa. La pianta è perenne ma in molte zone del Nord America dovrebbe essere trattata come una pianta annuale o scavata e svernata all'interno. Prendersi cura di Albuca non è difficile a condizione che la pianta si trovi nel sito corretto dove il terreno drena bene, è moderatamente fertile e l'umidità media è disponibile. I maggiori problemi quando si coltiva Albuca sono i bulbi marci da eccesso di umidità e danni da gelo.

Informazioni Albuca

Ci sono molte forme di Albuca. Queste piante da fiore hanno tutti fiori simili ma possono coltivare forme di fogliame estremamente varie che dipendono dalla varietà. Albuca è anche conosciuto come Soldier-in-the box e giglio Slime. Quest'ultimo è dovuto alla linfa vischiosa che la pianta emana quando è rotta o danneggiata. Nonostante il nome piuttosto disgustoso, le foglie e le fioriture di Albuca sono ricoperte di peli lanuginosi che emanano un gradevole profumo quando vengono toccati e i fiori sono semplici ed eleganti.

L'Albuca fu inizialmente raccolta nel 1800 e oggi ci sono 150 specie riconosciute. Non tutti sono coltivati, ma le varietà che rendono le piante particolarmente accattivanti e uniche per il giardino estivo. La maggior parte dei esemplari ha fiori bianchi, verdi o gialli pendenti o eretti con tre petali.

Nella loro regione natale, Albuca fiorisce nel tardo inverno all'inizio della primavera. Nel Nord America, questi dovrebbero essere piantati per i periodi di fioritura primaverili ed estivi. Albuca in crescita inizia di solito con semi o bulbi. I semi possono impiegare 3 anni per produrre fiori.

Un pezzo interessante di informazioni Albuca è la sua relazione con gli asparagi comuni. La maggior parte delle specie di Albuca hanno un periodo dormiente dove perdono le foglie dopo la fioritura.

Albuca Coltivazione

I bulbi di Albuca richiedono terreni sabbiosi e sciolti in pieno sole parziale per produrre i loro caratteristici fiori. Le piante possono crescere da 3 a 4 piedi di altezza con una larghezza leggermente inferiore. La buona coltivazione di Albuca incoraggia la rimozione del bulbo dall'aria aperta in zone con brina. Non sono resistenti al gelo e le temperature fredde possono danneggiare la lampadina.

Questi nativi sudafricani sembrano particolarmente attraenti in giardini rocciosi, pendii e persino contenitori. Il più grande requisito per la cura di Albuca è il drenaggio superiore. Le regioni di cui sono nativi non sono noti per l'umidità costante, il che significa che Albuca è tollerante alla siccità una volta stabilito. L'irrigazione costante alla semina è necessaria per simulare la stagione delle piogge, ma da allora in poi, l'irrigazione leggera è tutto ciò che è necessario quando si prende cura di Albuca.

Cura Albuca

Concimare i bulbi ogni anno durante l'installazione e all'inizio della primavera con un buon bulbo alimentare. Riduci il fogliame speso dopo il giallo e inizia ad appassire.

Il modo migliore per propagare Albuca è da offset, che possono essere divisi dalla pianta madre e piantati separatamente. Non tutti gli Albuca producono compensazioni, quindi potrebbe essere necessario affidarsi ai semi per ottenere più di queste piante eccitanti.

I semi freschi generalmente germinano una settimana dopo la semina. Dovrebbero essere piantati nello stesso momento in cui la pianta madre si sta attivamente rivalutando. Ha bisogno di essere piantato abbastanza velocemente, poiché il seme ha un periodo di vitalità di soli circa 6 mesi. Una volta piantati, mantenere le piantine moderatamente umide a luce media e una zona calda. In circa 3 anni, puoi aspettarti un altro Albuca che potrebbe essere diverso dalla pianta madre, poiché questi semi tendono a ibridizzarsi facilmente.

Articolo Precedente:
Hai bisogno di una mela per il tuo insegnante? Prova le mele Lodi. Questi primi frutti sono resistenti al freddo e alla muffa. Secondo l'informazione della mela Lodi, il sapore è simile a Giallo Trasparente ma le mele sono più grandi. Infatti, Lodi è la progenie di Yellow Transparent e Montgomery. P
Raccomandato
Quasi tutti i giardinieri hanno familiarità con il compostaggio di base, dove si accumulano vari tipi di rifiuti in un mucchio ei microbi si suddividono in un emendamento del suolo utilizzabile. Il compost è un meraviglioso additivo per il giardino, ma può richiedere mesi perché gli ingredienti scendano in forma utilizzabile. Un
Originario della regione mediterranea, i pini d'Aleppo ( Pinus halepensis ) richiedono un clima caldo per prosperare. Quando vedi i pini di Aleppo coltivati ​​nel paesaggio, di solito si trovano in parchi o aree commerciali, non in giardini domestici, a causa delle loro dimensioni. Continua a leggere per ulteriori informazioni sul pino di Aleppo. In
L'oidio è un problema comune nelle zone con elevata umidità. Può colpire quasi ogni tipo di pianta, apparendo su foglie, fiori, frutta e verdura. Una polvere bianca o grigia ricopre la superficie della pianta. Se non trattata, può diventare più severa, facendo diventare le foglie gialle o marroni. Mol
Sweet flaghttps: //gardeningknowhow.com/ornamental/water-plants/sweet-flag-grass/growing-sweet-flag-grass.htm, noto anche come calamo, è una pianta interessante simile a una canna che è stata usata per secoli per le sue proprietà fragranti e medicinali. Mentre puoi usare le foglie nei tè o semplicemente lividi per il loro profumo, la parte più popolare della pianta è il rizoma, il tubero simile a una radice che cresce sottoterra. Cont
Definita "la spina dorsale di xeriscaping" dagli scienziati delle piante presso l'Università dell'Arizona, la mesquite è un albero paesaggistico affidabile per il sud-ovest americano. Gli alberi di mesquite hanno una profonda radice da usare per ringraziare per la loro siccità e tolleranza al calore. D
Le piante si propagano da molte fonti. I semi sono il modo più comune, ma si riproducono anche attraverso offset, cormi, rizomi, tuberi e bulbi. Le lampadine sono strutture di stoccaggio sotterranee che trasportano sia il materiale di partenza genetico per la pianta, ma anche un approvvigionamento alimentare per farlo funzionare.