Annaffiare i cesti appesi: quanto spesso dovrei innaffiare un cesto appeso


I cesti appesi sono un metodo di visualizzazione che aggiunge bellezza verticale a qualsiasi posizione. Sia che tu lo faccia da solo o che acquisti una fioriera, questo tipo di impianto richiede acqua e sostanze nutritive in più rispetto alle piante in terra. L'irrigazione dei cesti appesi è un progetto più frequente perché l'aria ambiente asciuga rapidamente il contenitore. Può essere difficile sapere quando innaffiare i cestelli appesi perché sono spesso fuori portata per un touch test e le loro esigenze sono molto diverse. Se ti stai chiedendo, "Quante volte dovrei innaffiare un cesto appeso", leggi le risposte.

Quanto spesso dovrei innaffiare un cestino appeso?

Cestini appesi sono bellezze che attirano l'attenzione verso l'alto e creano spazi decorativi dove normalmente le piante non crescono. Sono anche utili per avvicinare il giardino al patio, al lanai o al ponte. Il fabbisogno d'acqua del cesto appeso è più definito rispetto alle piante interrate, perché il terreno non ospita l'umidità e gran parte dell'acqua viene svuotata attraverso i fori di drenaggio e dall'esterno del contenitore. Innaffiare i cesti appesi richiede molto più di un tocco abile e un po 'più di gestione.

La frequenza con cui si innaffia un cesto dipende dal periodo dell'anno, dal sito e dal tipo di piante installate. Può anche dipendere dal numero di piante presenti nel contenitore. Le piantagioni affollate richiedono più umidità di quelle che sono rare. Le piante in pieno sole si seccano rapidamente e necessitano spesso di un'irrigazione supplementare. Piante resistenti alla siccita, erbe e alcune piante grasse possono tollerare il suolo secco per un periodo di tempo più lungo rispetto alla flora come petunie, pomodori o altre piante da frutto.

Tutte queste condizioni influenzano il fabbisogno d'acqua del cesto appeso e dovrebbero essere prese in considerazione. Un modo per determinare quando innaffiare i cesti appesi è il "touch test". Se il terreno è asciutto al tatto 2 cm (5 cm) nel suolo, è probabilmente il momento di irrigare. Se il terreno del foro di drenaggio è asciutto, probabilmente hai aspettato troppo a lungo e un buon ammollo per reidratare la pianta è in ordine.

Come innaffiare un cesto appeso

Il metodo che usi varierà, ma spesso è sufficiente usare una buona bacchetta d'acqua a manico lungo. Utilizzare un'impostazione di consegna leggera, evitando "getto" come una velocità di consegna. L'ammollo delicato consentirà all'acqua di penetrare ed espandere i capillari del terreno, mantenendo l'umidità più a lungo in modo che le radici delle piante possano assorbire l'acqua. Ancora una volta, le piante affollate o gli utenti di acqua pesante possono richiedere irrigazioni quotidiane in estate, in quanto non c'è spazio sufficiente per immagazzinare l'umidità.

Un altro modo per annaffiare i cesti appesi è di immergerli. Riempi una bacinella o un secchio e immergi il fondo del contenitore per mezz'ora. Ciò consente alle radici di assorbire completamente l'umidità necessaria.

Le piante in contenitore hanno una quantità limitata di nutrienti disponibili per le piante, quindi nutrirle è essenziale. L'alimentazione frequente, tuttavia, può provocare l'accumulo di sali da fertilizzante. La lisciviazione del terreno o il sovrasfruttamento fino a quando l'acqua non fuoriesce dal terreno di drenaggio può aiutare a drenare i sali. Questo dovrebbe essere fatto almeno una volta al mese durante la stagione di crescita.

I cesti perenni da appendere devono essere rinvasati una volta all'anno all'inizio della primavera o prima che si verifichi una crescita maggiore. Questo allenterà terreno e radici compatti, dando una migliore crescita e gestione dell'umidità, oltre a introdurre nutrienti nella pianta.

I cesti appesi sono un modo unico per portare verde e fiori vicino alla casa. Le loro esigenze speciali sono facili da gestire purché non trascuri i contenitori e siano disponibili umidità e nutrienti coerenti.

Articolo Precedente:
Nativo del Brasile e dell'Uruguay, ma prevalente in tutto il Sud America è la palma pindo, o palma gelatinosa ( Butia capitata ). Oggi, questa palma è abbastanza diffusa in tutti gli Stati Uniti meridionali, dove viene coltivata sia come ornamentale che per la sua tolleranza al clima caldo e secco.
Raccomandato
Le malattie delle piante crocifere sono quelle che attaccano membri della famiglia delle Brassicaceae come broccoli, cavolfiori, cavoli e cavoli. Il fungo del fungo bianco è una di queste malattie che favorisce le foglie sciolte di queste verdure ed è quindi più una minaccia per gli spinaci, i cavoli e le rape rispetto alla testa stretta di cavoli o ai capolini di cavolfiore e broccoli. F
Alberi con fogliame autunnale portano incanto al tuo giardino proprio mentre l'ultimo dei fiori estivi sta svanendo. Non si può ottenere il colore di caduta arancione per Halloween, ma di nuovo si può, a seconda di dove si vive e quali alberi con foglie d'arancio si seleziona. Quali alberi hanno foglie d'arancio in autunno?
Di Stan V. Griep American Rose Society Consulting Maestro Rosarian - Rocky Mountain District Ci sono momenti in cui una speciale fioritura rosa deve essere preservata più a lungo della loro tipica vita in vaso. Momenti speciali nella vita come matrimoni o anniversari, bouquet di compleanno, la nascita di un bambino e il passaggio della bomboletta di rose di una persona cara sono gli oggetti che desideriamo trattenere il più a lungo possibile.
Un'erbaccia involontariamente introdotta, dall'isgrass è difficile da controllare, ma con un po 'di know how, è possibile. Continua a leggere per informazioni su come uccidere dallisgrass. Dallisgrass Weed: una buona idea andata male L'erba selvatica ( Paspalum dilitatum ) proviene dall'Uruguay e dall'Argentina.
Un progetto semplice, veloce e divertente che aggiungerà non solo un tocco decorativo ma fungerà anche da utile base culinaria in un giardino di erbe aromatiche. La maggior parte delle erbe sono estremamente facili da coltivare e coltivarle in un vaso è un'impresa semplice purché fornisca molta luce e un corretto drenaggio. Un
Le felci staghorn sono piante d'aria - organismi che crescono ai lati degli alberi invece che nel terreno. Hanno due distinti tipi di foglie: un tipo piatto e rotondo che si attacca al tronco dell'albero ospite e un tipo lungo e ramificato che ricorda le corna di cervo e guadagna il nome della pianta