Dividere le orecchie dell'elefante: come e quando dividere le orecchie dell'elefante


Il nome "orecchie di elefante" è normalmente usato più spesso per descrivere due generi diversi, Alocasia e Colocasia . Il nome è semplicemente un cenno al fogliame gigante che queste piante producono. La maggior parte proviene dai rizomi, che sono abbastanza facili da dividere. La divisione orecchie di elefante è utile per prevenire il sovraffollamento, produrre più piante in una posizione diversa e migliorare la salute delle piante. È importante sapere quando dividere le orecchie degli elefanti, in quanto il genitore può infortunarsi e i cuccioli possono non avere buoni risultati se divisi e piantati nel momento sbagliato. Continua a leggere per imparare come dividere con successo le orecchie degli elefanti.

Quando dividere le orecchie di elefante

Le orecchie di elefante possono diventare enormi piante con foglie gigantesche. Molti si diffondono attraverso corridori sotterranei, o stoloni, e mandano su piante per bambini lungo la strada. Questi bambini possono essere separati dalla pianta madre e installati altrove. La divisione delle orecchie di elefante richiede strumenti sterili e affilati per prevenire il trasferimento di malattie e causare lesioni. La divisione orecchio di elefante non è necessaria, ma aiuta a ringiovanire le vecchie piante che potrebbero non funzionare bene.

Le orecchie di elefante non sono resistenti al gelo e dovrebbero essere dissotterrate in zone più basse della zona 8 del Ministero dell'Agricoltura degli Stati Uniti. Puoi riporle e portare il contenitore in casa o rimuovere i rizomi e conservarli in muschio di torba, impacchettare noccioline o sacchetti di carta in un posto fresco e buio.

Attendere fino a quando le foglie non muoiono durante i mesi di fresco autunno prima di sollevare i rizomi. In questo momento, è una buona idea dividere la pianta. Poiché non sta crescendo attivamente, la pianta sarà meno stressata rispetto a quando la dividi mentre è in piena crescita. Inoltre, rende più facile da gestire senza che le grandi foglie si intromettano.

Suggerimenti su come dividere le piante di orecchie di elefante

Ogni volta che tagli in una pianta, è una buona idea usare gli strumenti corretti che sono nitidi e puliti. Quando si dividono le piante delle orecchie di elefante, è possibile utilizzare un coltello o una pala, a seconda di quale si trovi più facile. Lavare lo strumento con una soluzione al 5% di candeggina e assicurarsi che abbia un bordo acuto.

Se la pianta è in un contenitore, rimuoverla completamente e spazzare via il terreno attorno alle radici e ai rizomi o ai tuberi. Per le piante in terra, scavare con cura intorno alla zona della radice e sollevare delicatamente l'intera pianta dal terreno.

Posizionalo su un telo e rimuovi il terreno in eccesso per esporre il tuo sito di lavoro. Quindi, guarda i singoli cuccioli per decidere quali rimuovere. Dovrebbero avere rizomi sani e buone radici per avere una possibilità di sopravvivenza dalla pianta madre.

Come dividere le orecchie di elefante

Dividere le orecchie degli elefanti è facile! Una volta selezionati i tuoi cuccioli, è ora di rimuoverli. Usa un coltello affilato o una pala e dividi in due la sezione dal genitore. I tuberi tagliano in modo pulito con una consistenza come una patata. I rizomi sono separati dalla massa principale. Assicurarsi che ogni nuovo plantlet abbia già un buon sistema di radici e che il rizoma, o tubero, non abbia aree di macchia o marcio.

Puoi piantarli immediatamente in terriccio pulito o tenerli in una zona scura fresca, con temperature non inferiori a 45 gradi F. (7 C.). Spostare i cuccioli in vaso in una posizione soleggiata al chiuso e tenerli moderatamente bagnati.

Quando le temperature si riscaldano in primavera, sposta le piante all'aperto. La tua collezione di orecchie da elefante si è ora espansa senza sforzo e può essere piantata nel terreno o conservata in contenitori.

Articolo Precedente:
In questo giorno ed età, molti di noi sono consapevoli dei benefici del compostaggio. Il compostaggio fornisce un metodo ecologicamente corretto per riciclare i rifiuti alimentari e di cortile evitando di riempire le discariche. Quando pensi al compostaggio, un bidone per esterni è quello che ti viene in mente, ma puoi compostare in casa?
Raccomandato
Molti appassionati di prato ritengono che prendere il tempo di stendere un prato ogni primavera sia una parte essenziale della corretta manutenzione del prato. Ma altri considerano il prato che pratica una pratica inutile e persino dannosa. Allora, qual è la risposta? È bello rotolare un prato o no?
Per generazioni, i filodendri hanno servito come pilastro nei giardini interni. La cura del filodendro è facile perché se osservi i segnali, la pianta ti dirà esattamente di cosa ha bisogno. Anche i proprietari di piante d'appartamento inesperti non avranno problemi a coltivare piante di filodendro perché si adattano facilmente alle condizioni all'interno della casa. Qu
Le crescenti camelie sono diventate un popolare passato di giardinaggio. Molti giardinieri che coltivano questo delizioso fiore nel loro giardino si chiedono se debbano potare le camelie e come farlo. La potatura delle camelie non è essenziale per una buona cura delle piante di camelia, ma può aiutare a prevenire alcuni tipi di malattie o a modellare meglio la pianta.
Mock orange ( Philadelphus spp.) È un arbusto deciduo eccezionale per il tuo giardino. Esistono varie specie e cultivar, ma il più popolare è Philadelphus virginalis , una pianta fiorita all'inizio dell'estate con fragranti fiori bianchi. Se stai piantando o trapiantando degli arbusti finti, dovrai sapere come e quando iniziare il processo. C
Di Nikki Tilley (Autore del giardino Bulb-o-licious) Il muschio non ha radici. Non può assorbire acqua come fa la maggior parte delle altre piante e non richiede la crescita del suolo. Invece, il muschio più spesso cresce o aderisce ad altre superfici, come rocce o cortecce d'albero. In alcuni casi, potrebbe anche essere trovato in crescita sui tetti o mobili da giardino.
Bossi ( Buxus spp) sono piccoli arbusti sempreverdi che vengono comunemente utilizzati come siepi e piante di confine. Mentre sono abbastanza resistenti e sono adattabili in diverse zone climatiche, non è raro che le piante siano affette da parassiti di arbusti di bosso comuni. Mentre molti dei parassiti indesiderati sono benigni, in alcuni casi, il controllo degli insetti del legno di bosso è fondamentale per il mantenimento della salute della pianta.