Qual è la differenza tra piante introdotte, invasive, nocive e fastidiose?


Se sei un giardiniere attento all'ambiente, hai senza dubbio incontrato termini confusi come "specie invasive", "specie introdotte", "piante esotiche" e "erbacce nocive", tra gli altri. Imparare i significati di questi concetti non familiari ti guiderà nella pianificazione e nella piantatura e ti aiuterà a creare un ambiente che non sia solo bello, ma benefico per l'ambiente dentro e fuori il tuo giardino.

Quindi, qual è la differenza tra le piante introdotte, invasive, nocive e fastidiose? Continua a leggere per saperne di più.

Cosa significano le specie invasive?

Quindi cosa significa "specie invasive" e perché le piante invasive sono cattive? Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) definisce le specie invasive come "una specie non nativa o aliena all'ecosistema - l'introduzione di cause di specie o che potrebbe causare danni alla salute umana, all'economia o all'ambiente. "Il termine" specie invasive "si riferisce non solo alle piante, ma a esseri viventi come animali, uccelli, insetti, funghi o batteri.

Le specie invasive sono cattive perché sostituiscono le specie native e alterano interi ecosistemi. Il danno creato dalle specie invasive sta crescendo e i tentativi di controllo sono costati molti milioni di dollari. Kudzu, una pianta invasiva che ha conquistato il sudamericano, è un buon esempio. Allo stesso modo, l'edera inglese è una pianta attraente, ma invasiva, che causa incredibili danni ambientali nel Pacifico nord-occidentale.

Quali sono le specie introdotte?

Il termine "specie introdotte" è simile a "specie invasive", sebbene non tutte le specie introdotte diventino invasive o dannose - alcune potrebbero persino essere benefiche. Abbastanza confuso? La differenza, tuttavia, è che le specie introdotte si verificano a causa dell'attività umana, che può essere accidentale o di proposito.

Ci sono molti modi in cui le specie vengono introdotte nell'ambiente, ma una delle più comuni è la nave. Ad esempio, insetti o piccoli animali sono infilati nei pallet di spedizione, i roditori vengono riposti nelle cantine e varie forme di vita acquatica vengono raccolte in acqua di zavorra, che viene poi scaricata in un nuovo ambiente. Persino i passeggeri delle crociere o altri ignari viaggiatori del mondo possono trasportare piccoli organismi sui loro vestiti o scarpe.

Molte specie sono state introdotte innocentemente in America dai coloni che hanno portato piante preferite dalla loro patria. Alcune specie sono state introdotte per scopi monetari, come la nutria - una specie sudamericana apprezzata per la sua pelliccia, o vari tipi di pesce introdotti nella pesca.

Specie esotica e invasiva

Quindi, ora che hai una conoscenza di base delle specie invasive e introdotte, la prossima cosa da considerare sono le specie esotiche o invasive. Cos'è una specie esotica e qual è la differenza?

"Esotico" è un termine insidioso perché è spesso usato in modo intercambiabile con "invasivo". L'USDA definisce una pianta esotica come "non originaria del continente su cui ora si trova". Ad esempio, le piante native in Europa sono esotiche in Il Nord America e le piante originarie del Nord America sono esotici in Giappone. Le piante esotiche possono essere o meno invasive, sebbene alcune possano diventare invasive in futuro.

Certo, vengono introdotti polli, pomodori, api e grano, specie esotiche, ma è difficile immaginarli come "invasivi", anche se tecnicamente "esotici"!

Informazioni sull'impianto fastidioso

L'USDA definisce le piante infestanti nocive come "quelle che possono direttamente o indirettamente causare problemi per l'agricoltura, le risorse naturali, la fauna selvatica, la ricreazione, la navigazione, la salute pubblica o l'ambiente".

Conosciuto anche come piante fastidiose, le erbacce nocive possono essere invasive o introdotte, ma possono anche essere native o non invasive. In sostanza, le erbacce nocive sono semplicemente piante fastidiose che crescono dove non sono ricercate.

Articolo Precedente:
Le piante in crescita in una serra possono essere gratificanti per il giardiniere domestico: non solo puoi propagare nuove piante dai tuoi paesaggi preferiti esistenti, ma puoi iniziare subito il tuo orto o coltivarlo interamente al chiuso con l'aiuto di una serra. Anche se le piante che cresceranno meglio nella tua serra dipendono fortemente dalla tua sistemazione, sono disponibili piante adatte per il giardinaggio in serra per ogni tipo di serra e clima
Raccomandato
Okra è una grande pianta da giardino per climi caldi e caldi. Oltre ai baccelli di gombo per cucinare, puoi goderti i fiori, simili all'aspetto ai fiori di ibisco. A volte, però, i giardinieri si trovano con una grande e apparentemente sana pianta di gombo che non ha fiori o frutta. Ecco alcuni possibili motivi per cui il gombo non fiorirà. P
Se lavori in uno spazio ufficio o non hai una finestra nella tua camera di casa, è probabile che la tua unica luce siano le lampadine fluorescenti in testa o le luci a incandescenza. La mancanza di finestre e l'esposizione alla luce del sole possono essere dannosi sia per gli esseri umani che per le piante, ma trovare piante per illuminare il tuo cubicolo o la tua stanza senza finestre potrebbe essere solo il tocco di spazio all'aperto necessario per ravvivarti.
Chi non ama la caduta di petali di ciliegio primaverili come il fiocco di neve o il vivace colore acceso di un albero di tulipano? Gli alberi in fiore ravvivano qualsiasi spazio nel giardino in modo significativo e molti hanno il vantaggio di produrre frutti commestibili più tardi. Zona 6 alberi che fioriscono abbondano, con molti degli alberi più fioriti più resistenti in quella regione possibile -5 gradi Fahrenheit (-21 ° C). Di
I glicini sono magnifiche piante rampicanti che profumano leggermente l'aria quando i fiori sono presenti. Le piante ornamentali sono resistenti, in rapida crescita e preda di pochi parassiti o problemi di malattia - il più delle volte. Tuttavia, un importante parassita della pianta, il trivellatore del glicine, è uno scarafaggio che penetra nei gambi legnosi dei glicini, causando l'interruzione del flusso di acqua e sostanze nutritive.
Di Nikki Tilley (Autore del giardino Bulb-o-licious) Le piante di anemone hanno foglie basse e fiori colorati. Spesso definiti windflowers, queste piante spensierate si trovano comunemente punteggiano i paesaggi di molti giardini domestici. Esistono diversi tipi di anemoni, sia a fioritura primaverile che a fioritura autunnale
Di Stan V. (Stan the Roseman) Griep American Rose Society Consulting Maestro Rosarian - Rocky Mountain District L'ingiallimento di ciò che dovrebbe essere foglie salutari e piacevolmente verdi su qualsiasi pianta può essere un segno che qualcosa non va bene. L'ingiallimento delle foglie su un cespuglio di rose Knock Out può essere uno dei modi per dirci che qualcosa non è giusto con la sua salute e il suo benessere. Pu