Informazioni oloparassite - Scopri le piante oloparassite nei giardini


I giardinieri esperti sono sempre alla ricerca di importanti infezioni delle piante nei loro giardini. Un'area che molti trascurano, tuttavia, sono le piante parassite. Se una pianta cresce sopra o vicino ad un'altra, generalmente si presume che siano semplicemente compatibili, e non quella che trae le sostanze nutritive vitali dall'altra. Scopri di più sulle piante oloparassite in questo articolo in modo da poter meglio distinguere l'amico delle piante dal nemico.

Quali sono le piante oloparassite?

Trascorrere del tempo in giardino significa conoscere meglio alcuni degli abitanti più umili in esso contenuti. Si impara quali piante sono le erbacce, quali sono utili groundcover e, se si è fortunati, quali sono piante oloparassite. Con qualsiasi cosa nella vita, il regno vegetale contiene un piccolo segmento (circa 4.400 specie) di piante da fiore che non producono alcuno tutto il proprio cibo. Questa informazione oloparassitaria ti aiuterà a riconoscerli meglio quando vaghi per il sentiero del giardino.

Le piante oloparassite nel giardino possono essere alcuni degli occupanti meno ovvi, ma possono avere un grande impatto. Queste piante sono interamente dipendenti dalle piante ospiti per sopravvivere, attingendo al loro xilema e floema, ottenendo accesso all'acqua, ai minerali e ad altri prodotti biologici. Le piante oloparassite non fotosintetizzano, ma fioriscono e spesso presentano foglie che si riducono a squame e steli succulenti. Le piante parassite come queste si attaccano al loro ospite usando una struttura specializzata chiamata haustorium, che è sempre una struttura vitale negli oloparassiti.

Le piante oloparassite nei giardini possono agire rigorosamente come parassiti, rubare sostanze nutritive e non dare nulla in cambio, ma anche non ferire seriamente i loro ospiti, o possono comportarsi da patogeni. La famiglia delle piante Hydnoraceae, ad esempio, spesso coesiste con i loro ospiti vegetali. Altri oloparassiti, come il dodder, si attaccano e uccidono una vasta gamma di piante ospiti - comportandosi in questo modo sia come parassita che come agente patogeno.

Questi due tipi di piante oloparassitiche tendono a creare un quadro piuttosto semplicistico, poiché, in realtà, alcune piante strettamente parassite possono uccidere accidentalmente i loro ospiti, e alcune piante patogene possono essere resistite da host geneticamente forti.

Altri tipi di piante oloparassitiche includono:

  • toothwort
  • succiamele
  • Beechdrop
  • Squawroot

Piante oloparassite contro piante carnivore

Anche se potrebbe sembrare una pianta oloparassita e le piante carnivore hanno molto in comune, sono creature molto diverse. Dove le piante oloparassite si attaccano ad altre piante, spesso senza nemmeno preoccuparsi di produrre radici o foglie, le piante carnivore si radicano nel loro ambiente e producono foglie piccole e spesso cerose per la fotosintesi.

Gli oloparassiti non producono il loro cibo. Le piante carnivore, d'altra parte, producono tutto il loro cibo, ma vivono in ambienti poveri di sostanze nutritive e, come tali, devono ottenere alcuni dei loro blocchi di costruzione più importanti sciogliendo animali che sono stati attirati e catturati usando varie trappole.

In un certo senso, piante oloparassite e piante carnivore sono completamente opposti. Entrambi prosperano in aree in cui molte piante avrebbero difficoltà, ma come lo fanno è completamente diverso. Gli oloparassiti lavorano solo abbastanza duramente da trovare un ospite; le piante carnivore lavorano ogni giorno per esca e intrappolano insetti ignari e piccoli animali.

Articolo Precedente:
Un giardino d'inverno è uno spettacolo incantevole. Invece di un paesaggio desolato e arido, puoi avere piante belle e interessanti che si pavoneggiano per tutto l'inverno. Ciò è particolarmente possibile nella zona 8, dove le temperature minime medie sono tra 10 e 20 gradi F. (da -6, 7 a -12 gradi C.).
Raccomandato
La felce di Boston ( Nephrolepis exaltata "Bostoniensis"), spesso indicata come un derivato della felce della spada di tutte le cultivar di N. exaltata , è una pianta d'appartamento resa popolare durante l'era vittoriana. Rimane uno dei simboli per eccellenza di questo periodo di tempo.
Ogni giardiniere esperto ti dirà che amano una sfida. Probabilmente è perché la maggior parte dei giardinieri affronta una serie di problemi dal momento in cui i loro semi vengono piantati fino a quando non li risucchiano in autunno. Uno dei problemi più fastidiosi e difficili da individuare per i giardinieri è rappresentato da un piccolo verme simile ad anguille che vive nel terreno e può essere un serio problema per il tuo orto. I ne
Quando si tratta di rinvasare le mie piante, ammetto di essere un po 'nervoso, ho sempre paura di fare più male che bene rinviandolo nel modo sbagliato o nel momento sbagliato. E il pensiero di rinvasare le piante di rosa del deserto ( Adenium obesum ) non ha fatto eccezione. Le seguenti domande continuavano a volteggiare nella mia mente, "Devo rinominare la mia rosa del deserto?
Di Becca Badgett (Co-autore di Come coltivare un giardino di emergenza) Se stai cercando un progetto di giardinaggio interessante che produca fragranti fiori primaverili, potresti voler provare a coltivare piante per piante. La pianta di cui si parla qui non è la pianta che coltivate nella serra come una fonte di talee, che può essere qualsiasi tipo di pianta.
I bulbi di tulipani richiedono almeno da 12 a 14 settimane di freddo, che è un processo che si verifica naturalmente quando le temperature scendono sotto i 55 ° F (13 ° C) e rimangono tali per un periodo prolungato. Ciò significa che il clima caldo e i tulipani non sono compatibili, in quanto i bulbi di tulipano non si comportano bene nei climi a sud delle zone di resistenza alle piante dell'USDA 8. Sf