Rimozione offset da Cactus: Come rimuovere Cactus Pups sulla pianta


Uno dei metodi più semplici di propagazione delle piante per i cactus è rimuovendo i cuccioli di cactus. Questi non hanno orecchie pelose e una coda, ma sono le versioni più piccole della pianta madre alla base. Molte specie di cactus sono noti per la crescita di cuccioli di cactus, che portano le stesse caratteristiche del genitore senza la capricciosità dei semi, che possono produrre piante con caratteristiche diverse.

Eliminare le compensazioni dal cactus, noto anche come cucciolo, non solo produce un'altra pianta completa ma è utile in contenitori sovraffollati. La propagazione del cactus attraverso gli offset è più facile della lenta crescita del seme, della precisione chirurgica dell'innesto e della variabilità delle talee. I piccoli cactus sono copie piccole ma complete delle specie parentali e devono semplicemente essere rimosse dall'adulto.

Tipi di cactus che crescono compensazioni

Non tutti i cactus sono in grado di crescere cuccioli di cactus, ma molti dei tipi di canna e rosone lo fanno. È inoltre possibile trovare offset su succulente come aloe e yucca. In natura, i grossi cetrioli formeranno delle compensazioni e forniranno loro un vivaio sotto forma di nutrienti condivisi e acqua e proteggendo la giovane pianta dal sole rigido.

La maggior parte delle compensazioni si formano alla base della pianta, ma alcune si formano anche lungo lo stelo o persino sui cuscinetti. È possibile rimuovere uno di questi e root per una pianta completamente nuova. La propagazione dei cactus attraverso gli offset è facile fintanto che si prendono tagli puliti, si fornisce il mezzo giusto e si consente l'offset al callo. Qualsiasi cactus maturo sano con offset è adatto per la rimozione di cuccioli di cactus per la propagazione.

Come rimuovere Cactus Pups sulle piante

Il primo passo è imparare come rimuovere i cuccioli di cactus su una pianta. Prendi un coltello molto affilato e pulisci la lama con dell'alcool o con una soluzione di candeggina al 10%. Ciò impedirà agli agenti patogeni di entrare nelle aree di taglio.

Individuare un cucciolo e tagliarlo con un angolo di 45 gradi. Un taglio obliquo sul genitore devierà l'acqua in modo che l'area non marcisca prima che possa callo. Alcuni propagatori amano spolverare l'estremità tagliata dell'offset con polvere di zolfo per prevenire problemi fungini e marcire. Questo non è necessario nella maggior parte dei casi fintanto che si consente al taglio di terminare completamente il callo. Questo potrebbe richiedere un paio di settimane o addirittura mesi. La fine dovrebbe essere secca e indurita, leggermente raggrinzita e biancastra.

Cuccioli di cactus in crescita

Dopo aver rimosso gli offset dal cactus e averli permessi al callo, è ora di rimetterli in ordine. Il mezzo corretto è ben drenante e grintoso. Puoi acquistare una miscela di cactus o crearne una con il 50 percento di pomice o perlite e il 50 percento di torba o compost.

Le talee necessitano solo di un vaso appena più grande del loro diametro alla base. Coprire da un terzo a metà della base con il mezzo o abbastanza in modo che l'offset non cada. Posizionare il cucciolo in luce indiretta, ma luminosa, e mantenere il supporto leggermente umido.

La maggior parte delle radici dei cactus in quattro o sei settimane, ma alcuni possono richiedere mesi. Si può sapere quando è radicata osservando una nuova crescita verde che indica che le radici sono decollate e che la pianta riceve nutrienti e acqua.

Articolo Precedente:
Che ti piaccia o no, la tecnologia si è fatta strada nel mondo del giardinaggio e della progettazione del paesaggio. Utilizzare la tecnologia nell'architettura del paesaggio è diventato più facile che mai. Ci sono un sacco di programmi basati sul web e app mobili che gestiscono praticamente tutte le fasi di progettazione del paesaggio, installazione e manutenzione. A
Raccomandato
Le erbe aggiungono bellezza e consistenza incredibili al paesaggio durante tutto l'anno, anche nei climi nordici che subiscono temperature invernali sotto zero. Continua a leggere per ulteriori informazioni sulle erbe resistenti al freddo e alcuni esempi delle migliori erbe per la zona 5. Zone 5 Native Grasses Piantare erbe autoctone per la tua zona particolare offre molti vantaggi perché sono perfettamente adatti alle condizioni di crescita.
La malattia da ulcera da Cytospora generalmente attacca gli abeti rossi, in particolare il blu del Colorado e le varietà della Norvegia, così come gli alberi di pesco, gli abeti di Douglas o gli alberi cicuta. Qual è il cancro del citospora? È una malattia distruttiva causata dal fungo Leucostoma kunzei che deturpa e può persino uccidere alberi vulnerabili. Con
Le piante carnivore sono infinitamente affascinanti. Una di queste piante, la Venere acchiappamosca, o Dionaea muscipula , è originaria delle zone paludose della Carolina del Nord e del Sud. Mentre il flytrap fotosintizza e nutre i nutrienti dal terreno proprio come le altre piante, il fatto è che il terreno paludoso è meno che nutriente. P
Con un nome come "Early Girl", questo pomodoro è destinato alla popolarità. Chi non vuole pomodori da giardino rotondi, rossi e profumati all'inizio della stagione? Se stai pensando di coltivare un raccolto di pomodoro Early Girl, vorresti il ​​magro esattamente su come queste verdure popolari sono facili da coltivare. Cont
Se possiedi una delle piante che attaccano i coleotteri giapponesi, sai quanto può essere frustrante questo insetto. E 'devastante se possiedi piante che i coleotteri giapponesi attaccano per osservare le amate piante divorate in pochi giorni da questi insetti affamati e raccapriccianti. Mentre eliminare gli scarafaggi giapponesi può essere una sfida, una delle cose che puoi fare è coltivare piante che scoraggiano coleotteri giapponesi o piante che non attraggono coleotteri giapponesi. E
La preparazione è la chiave per il colore della lampadina stagionale. Le lampadine a molla devono cadere nel terreno in autunno mentre i bloomer estivi dovrebbero essere installati entro la primavera. Le lampadine a bulbo della Zona 4 seguono queste stesse regole, ma devono anche essere abbastanza resistenti da sopportare temperature invernali comprese tra -30 e -20 gradi Fahrenheit (da -34 a -28 C.