Cura delle piante all'arnica: scopri come coltivare le erbe all'arnica


Membro della famiglia dei girasoli, l'arnica ( Arnica spp.) È una pianta perenne che produce fioriture giallo-arancio, simili a margheritine in tarda primavera e all'inizio dell'estate. Conosciuto anche come tabacco di montagna, rovina di leopardo e lupo selvatico, l'arnica è molto apprezzata per le sue qualità a base di erbe. Tuttavia, prima di decidere di coltivare l'arnica o di usare l'erba in medicina, ci sono un certo numero di cose che dovresti sapere.

Usi dell'erba dell'arnica

Per cosa è l'erba all'arnica? L'arnica è stata usata in medicina per centinaia di anni. Oggi radici e fiori vengono utilizzati in trattamenti topici quali pomate, unguenti, unguenti, tinture e creme che calmano i muscoli stanchi, alleviano lividi e distorsioni, alleviano il prurito delle punture di insetti, leniscono ustioni e ferite minori, favoriscono la crescita dei capelli e riducono l'infiammazione . Sebbene l'erba sia solitamente applicata localmente, i rimedi omeopatici con quantità altamente diluite dell'erba sono disponibili sotto forma di pillola.

L'arnica è generalmente sicura se usata per via topica, anche se i prodotti contenenti arnica non dovrebbero mai essere usati sulla pelle rotta. Tuttavia, l'arnica non dovrebbe mai essere presa internamente tranne quando le dosi sono piccole ed estremamente diluite (e con la guida di un professionista). La pianta contiene un certo numero di tossine che possono causare una varietà di risultati potenzialmente pericolosi, tra cui vertigini, vomito, emorragia interna e irregolarità cardiache. L'ingestione di grandi quantità può essere mortale.

Condizioni di crescita dell'arnica

L'arnica è una pianta rustica adatta alla coltivazione nelle zone di rusticità da USDA 4 a 9. La pianta tollera quasi tutti i terreni ben drenati, ma generalmente preferisce terreni sabbiosi, leggermente alcalini. La piena luce del sole è la migliore, anche se l'arnica beneficia di un po 'di ombra pomeridiana nei climi caldi.

Come coltivare l'arnica

Piantare l'arnica non è difficile. Basta cospargere leggermente i semi sul terreno preparato a fine estate, quindi coprirli leggermente con sabbia o terra fine. Mantenere il terreno leggermente umido fino a quando i semi germinano. Essere pazientare; i semi di solito germogliano in circa un mese, ma la germinazione può richiedere molto più tempo. Sottile le piantine per consentire circa 12 pollici tra ogni pianta.

Puoi anche avviare semi di arnica al chiuso. Piantare i semi in vasi e tenerli in una luce solare diretta e indiretta dove le temperature sono mantenute a circa 55 F. (13 C.) Per ottenere i migliori risultati, far crescere le piante al chiuso per diversi mesi prima di spostarle in un luogo all'aperto permanente dopo che tutto il pericolo passato in primavera.

Se hai accesso alle piante stabilite, puoi propagare l'arnica per talea o divisioni in primavera.

Cura delle piante all'arnica

Le piante di arnica stabilite richiedono pochissima attenzione. La considerazione primaria è l'irrigazione regolare, poiché l'arnica non è una pianta tollerante alla siccità. Acqua abbastanza spesso da mantenere il terreno leggermente umido; non permettere che il terreno diventi asciutto o fradicio. Come regola generale, l'acqua quando la parte superiore del terreno si sente leggermente asciutta.

Rimuovere i fiori appassiti per incoraggiare la continua fioritura durante la stagione.

Disclaimer : il contenuto di questo articolo è solo a scopo didattico e di giardinaggio. Prima di utilizzare QUALSIASI erba o pianta per scopi medicinali, si prega di consultare un medico o un erborista medico per un consiglio.

Articolo Precedente:
I bucaneve sono uno dei primi bulbi in fiore disponibili. Questi fiori favolosi si presentano nella classica forma di dolci fiori bianchi pendenti o come ibridi coltivati ​​o selvatici per soddisfare la fantasia di ogni collezionista. Il momento migliore per piantare bucaneve è quando sono "nel verde". Cos
Raccomandato
I verdi Mesclun sono apprezzati per il loro colore, varietà, pugno nutrizionale e mix di sapori. Il mesclun di insalata è un mix composto da giovani, teneri foglie nuove di diverse specie di verdura. Spesso chiamato mix primaverile, le foglie sono ricche di vitamine e il loro colore e la forma aggiungono interesse a un'insalata noiosa.
Di Becca Badgett (Co-autore di Come coltivare un giardino di emergenza) I fiori di giglio di rospo ( Tricyrtis ) sono attraenti nel paesaggio ombroso, che fiorisce in una gamma di colori maculati, negli assi della pianta. I fiori possono essere a forma di stella o campana a seconda della varietà di rospo che cresce.
Di Nikki Tilley (Autore del giardino Bulb-o-licious) I fiori selvatici del Trillium sono uno spettacolo da osservare non solo nel loro habitat naturale ma anche nel giardino. Originarie delle regioni temperate del Nord America e dell'Asia, queste prime fioriture primaverili sono facilmente riconoscibili dalla loro verticalità di tre foglie e fiori appariscenti.
Alla fine dell'inverno, quando può sembrare che l'inverno non finirà mai, le prime fioriture di elleboro ci ricordano che la primavera è alle porte. A seconda della posizione e della varietà, queste fioriture possono persistere anche in estate. Tuttavia, la loro abitudine annuendo può renderli a malapena visibili in un giardino all'ombra pieno di altre straordinarie fioriture colorate. Ecc
Gli alberi di fico, originari dell'Asia occidentale, sono in qualche modo tropicali in apparenza con una bella abitudine di crescita arrotondata. Anche se non hanno fiori (come questi sono nel frutto), gli alberi di fico hanno una bella corteccia grigia e foglie decidue tropicali lobate. I frutti di fico sono naturalmente dolci, a forma di pera e di colore da marrone scuro a porpora
Gli oli orticoli comprendono olio minerale e altri derivati ​​del petrolio, nonché oli derivati ​​da piante accettati in agricoltura biologica e giardinaggio. Sono usati per controllare insetti, acari e certi funghi dal corpo molle in modo non tossico. L'olio di jojoba è un olio naturale per l'orticoltura a base vegetale. Continua