African Violet Blight Control: trattamento delle Viole africane con Botrytis Blight


Conosciamo tutti la stagione del raffreddore e dell'influenza e quanto contagiose possano essere entrambe le malattie. Nel mondo vegetale, alcune malattie sono altrettanto diffuse e facili da passare da una pianta all'altra. La ruggine della Botrytis delle viole africane è una malattia fungina grave, specialmente nelle serre. Malattie fungine viola africane come queste distruggono le fioriture e possono attaccare altre parti della pianta. Riconoscere i sintomi può aiutarti a sviluppare un piano di attacco in anticipo e scatenare un focolaio tra le tue apprezzate violette africane.

Violette africane con Botrytis Blight

Le viole africane sono amate piante d'appartamento con fioriture dolci e foglie sfocate accattivanti. Le più comuni malattie della viola africana sono fungine. La ruggine da Botrytis colpisce molti tipi di piante ma è prevalente nella popolazione africana viola. Può anche essere chiamato marciume o muffa grigia, termini descrittivi che indicano i sintomi della malattia. Il controllo della ruggine africana viola inizia con l'isolamento delle piante, proprio come faresti con una malattia contagiosa potenzialmente letale negli animali e nell'uomo.

La Botrytis ruggine deriva dal fungo Botrytis cinerea . È più comune in situazioni in cui le piante sono affollate, la ventilazione non è sufficiente e vi è un'elevata umidità, in particolare brevi periodi in cui le temperature si raffreddano rapidamente. Colpisce molte piante ornamentali, ma nelle violette si chiama Botrytis blossom blight. Questo perché la ruggine della Botrytis delle violette africane è più evidente sui bei fiori e boccioli.

Se lasciato deselezionato, infierà sulla tua popolazione viola e distruggerà i fiori e alla fine la pianta. Conoscere i sintomi può aiutare a prevenire la diffusione della malattia ma, purtroppo, le violette africane con la ruggine della Botrytis potrebbero dover essere distrutte.

Sintomi di Botrytis Blight of African Violets

Malattie fungine africane come la Botrytis prosperano in condizioni umide. I segni della malattia iniziano con le fioriture che diventano petali grigi o quasi incolori e la crescita della corona centrale che è rachitica.

La progressione della malattia mostra un aumento dei corpi fungini con una crescita sfocata da grigia a marrone su foglie e steli. Piccole lesioni impregnate d'acqua si formeranno sulle foglie e sui gambi.

In alcuni casi, il fungo verrà introdotto in piccoli tagli o danni sulla pianta, ma attacca anche i tessuti sani. Le foglie appassiscono e si scuriscono ei fiori svaniscono e sembrano sciogliersi. Questo mostra un caso avanzato di peronospora Botrytis.

African Violet Blight Control

Le piante colpite non possono essere curate. Quando i sintomi della malattia infettano tutte le parti della pianta, devono essere distrutti ma non gettati nel contenitore del compost. Il fungo potrebbe essere in grado di rimanere nel compost, specialmente se non ha mantenuto una temperatura elevata.

Se il danno si presenta come minimo, rimuovere tutto il tessuto vegetale infetto e isolare la pianta. Trattare con fungicida. Se solo una pianta mostra segni, potresti essere in grado di salvare le altre viole. Trattare le piante inalterate con un fungicida come Captan o Benomyl. Impianti spaziali per aumentare la circolazione dell'aria.

Quando riutilizzate i vasi, disinfettateli con una soluzione di candeggina per prevenire la diffusione del fungo alle nuove piante. Le violette africane con il batterio Botrytis possono essere salvate se viene intrapresa un'azione rapida e la malattia non è dilagante.

Articolo Precedente:
Il loro sinistro ronzio e pungiglioni lunghi ¼ di pollice bastano a far girare la maggior parte dei giardinieri dai cacciatori di vespe cicala da 1 ½ a 2 pollici, comunemente noto come vespa cicala ( Sphecius speciosus ). Anche se possono darti uno spavento, le vespe assassine della cicala sono in realtà utili insetti del giardino, solo infliggendo punture dolorose come ultima risorsa. Q
Raccomandato
I kiwi sono deliziosi. La maggior parte delle persone concorda sul fatto che hanno un sapore come una combinazione di fragole, banane e meloni. Anche loro sono unici. Adoro il modo in cui la loro carne verde brillante e i piccoli semi commestibili neri contrastano con la loro peluria marrone sfumata
Sei mai stato all'asilo nido perlustrando la vertiginosa varietà di annuali e perenni e meditando su quali potrebbero essere i migliori per quale area del giardino? Un buon punto di partenza è capire esattamente a cosa si riferisce un annuale. Continuate a leggere per saperne di più. Cos'è un impianto annuale? La
Di Nikki Tilley (Autore del giardino Bulb-o-licious) Mentre Calibrachoa milioni di campane possono essere una specie abbastanza nuova, questa piccola pianta abbagliante è un must in giardino. Il suo nome deriva dal fatto che presenta centinaia di piccoli fiori a forma di campana che assomigliano a petunie in miniatura.
I grandi fiori bianchi dell'albero di baobab penzolano dai rami su lunghi steli. Petali enormi e increspati e un grande grappolo di stami danno ai fiori dell'albero del baobab un aspetto esotico, a forma di cipria. Scopri di più sui baobab e i loro fiori insoliti in questo articolo. A proposito di alberi di Baobab africani Originario della savana africana, i baobab sono più adatti ai climi caldi.
I pomodori sono la pianta numero uno coltivata nell'orto, ma per molti giardinieri sembrano essere anche loro il numero uno con malattie e problemi. Tra i problemi bizzarri e insoliti che si sviluppano i pomodori vi sono il frutto cavo di pomodoro e gli steli di piante vuote. Questi due problemi molto diversi hanno cause diverse, anche se a prima vista potrebbero sembrare simili
Coltivare daikon nel giardino è un ottimo modo per gustare qualcosa di diverso. Piantare i ravanelli daikon non è difficile e una volta che impari a coltivare le piante di ravanello daikon, potrai godertele tutto l'anno nei climi caldi o ripiantarle ogni anno nelle regioni più fredde. Che cos'è Daikon? Un