Aloe Water Needs - Irrigazione di una pianta di Aloe Vera nel modo giusto


Le piante di aloe sono piante grasse che sono per lo più considerate piante resistenti alla siccità. Tuttavia, hanno bisogno di acqua, proprio come qualsiasi altra pianta, ma di cosa ha bisogno l'acqua di aloe? Le succulente all'aloe sono più sane e hanno l'aspetto migliore quando sono tenute leggermente umide. Se questa è una raccomandazione confusa, continua a leggere per suggerimenti su come innaffiare un aloe.

Segni di irrigazione eccessiva o inadeguata di aloe

L'eccessiva annaffiatura delle piante di aloe può causarne la putrefazione, uccidendo spesso queste belle e utili piante grasse. L'innaffiatura di un aloe può essere difficile perché soffrirebbe con troppa acqua, ma può avvizzire e morire con troppo poco. In assenza di un misuratore di umidità, la quantità corretta può essere difficile. Per mantenere quelle splendide foglie simili a spade spesse e sane e prevenire danni alle radici, è garantito un approccio pratico.

Le tecniche di irrigazione perfette iniziano con un mezzo ben drenante. Una miscela succulenta acquistata funziona bene o terreno cactus con un po 'di terreno regolare mescolato in esso è anche adeguata. Assicurarsi che i fori di drenaggio in qualsiasi contenitore siano aperti e abbondanti. Si consiglia inoltre di posizionare piccole ghiaie o ciottoli nei 2 pollici inferiori (5 cm) del contenitore, soprattutto se il vaso è alto.

Un aloe che sta facendo troppa acqua può appassire e diventare scurito. Le cellule vesciche nelle foglie sono un segno di edema in cui è stata assorbita troppa acqua. La muffa nel terreno e qualsiasi ammorbidimento degli steli indicano anche troppa umidità.

Foglie di piante eccessivamente secche appassiranno e arrufferanno. Queste piante immagazzinano acqua nelle loro foglie e troppo poca umidità causa questo sintomo. Può anche verificarsi un ingiallimento e indicare che è ora di irrigare.

Bisogno di acqua di aloe

L'irrigazione di aloe vera deve essere abbastanza regolare da prevenire lo shrivelling e incoraggiare la crescita, ma non così frequente che anneghi la pianta. Nella stagione di crescita, in genere primavera ed estate in autunno, queste piante grasse devono essere mantenute moderatamente umide. Tuttavia, in inverno il programma di irrigazione dovrebbe essere dimezzato.

Le aloe possono sopportare periodi di siccità se stabilita, ma le piante giovani hanno bisogno di irrigazioni più frequenti per aiutarle a stabilire i sistemi radicali e possono essere gravemente danneggiate da condizioni eccessivamente secche. In media, annaffiare un aloe una volta alla settimana è sufficiente, ma se le piante sono esposte a luce solare e calore estremi, è necessario un test tattile.

Questo è il modo più semplice per capire se il terreno è troppo secco. Basta inserire il dito nel terreno fino al secondo stinco. Se è secco, innaffia la pianta. Se è ancora umido, attendi qualche giorno. Inoltre, controlla i fori di irrigazione per vedere se il terreno è poltiglia e mantiene troppa umidità.

Come innaffiare un aloe

L'irrigazione di aloe vera deve essere profonda e poco frequente. L'annaffiatura profonda di aloe permette anche ai sali accumulati di filtrare dal terreno. Le piante grasse possono essere sensibili ai minerali e ai prodotti chimici nelle riserve idriche municipali. Se l'aloe sembra picco, utilizzare l'acqua filtrata o distillata durante l'irrigazione.

Aggiungi un fertilizzante liquido diluito una volta al mese all'acqua, ma solo durante la stagione di crescita.

Se la tua pianta è stata inondata, tirala dal terreno e stendila ad asciugare. Le radici devono essere controllati per eventuali segni di malattia fungina e tagliati se ne viene scoperto uno. Sostituire in terreno fresco e asciutto in pochi giorni e non innaffiare per una settimana.

Queste sono piante praticamente infallibili che possono sopravvivere alla maggior parte degli errori nell'irrigazione.

Articolo Precedente:
Sebbene non sia una pianta convenzionalmente bella, l'angelica attira l'attenzione nel giardino per la sua natura imponente. I singoli viola o fiori sono piuttosto piccoli, ma sbocciano in grandi gruppi simili al pizzo della Regina Anna, creando uno spettacolo sorprendente. La propagazione delle piante di angelica è un ottimo modo per godersele in giardino.
Raccomandato
Gli strumenti dovrebbero semplificare la vita di un giardiniere, quindi cosa farà una pala a manico lungo per te? La risposta è: molto. Gli usi per le pale a manico lungo sono molti e sia il tuo giardino che la tua schiena ti ringrazieranno. Cos'è una pala a manico lungo? Quando usare le pale a manico lungo? S
Il cactus di Natale è relativamente facile da coltivare, quindi se notate che le foglie di cactus natalizio cadono, siete giustamente disorientati e preoccupati per la salute della vostra pianta. Non è sempre facile determinare cosa causa la caduta delle foglie dal cactus di Natale, ma ci sono molte possibilità. A
Quando è il momento del raccolto per i pomodori, penso che dovrebbe esserci una celebrazione; forse si dovrebbe dichiarare una festa federale - amo tanto questo frutto. Ci sono una moltitudine di modi per preparare pomodori da secchi, arrostiti, in umido, in scatola, anche congelati; tante quante ce ne sono di pomodori.
Molti giardinieri si chiedono come distinguere la prugna e il ciliegio. Mentre i fiori sembrano un po 'simili, le differenze tra ciliegio e prugna sono facili da individuare una volta che si è familiari con loro. Continua a leggere per tutto ciò che devi sapere sull'identificazione del prugno e sull'identificazione del ciliegio.
I giardinieri piantano fiori, arbusti e alberi che possono sopravvivere nel loro giardino durante il clima tipico. Ma cosa può fare un giardiniere quando il tempo è tutt'altro che tipico? I congelamenti inaspettati possono devastare paesaggi e giardini. Può lasciare un giardiniere chiedendosi come proteggere le piante dal congelamento e qual è il modo migliore per coprire e impedire alle piante di congelarsi. A
Gli alberi di pino sono sempreverdi, quindi non ti aspetti di vedere aghi marroni morti. Vedete aghi morti sui pini, prendetevi il tempo per capire la causa. Inizia notando la stagione e quale parte dell'albero è interessata. Se trovi solo aghi morti su rami di pino più bassi, probabilmente non stai guardando il normale capanno per gli aghi.